Program

> Talks

26 Settembre - Pépinières Européennes de Création

Quando

Domenica 26 settembre – ore 16:00

Aperto gratuitamente al pubblico

Pépinières Européennes de Création
Philippe Franck presenta il progetto europeo al pubblico.

Relatori

Philippe Franck – Direttore Pépinières Européennes de Création

Francesca Leoni – Condirettrice artistica di Ibrida Festival

> Video | Installation

26 Settembre - SALA MULTIMEDIALE - VIDEO SELECTION III

Quando

Domenica 26 settembre

Dove

Sala multimediale (EXATR)

Selezione a cura di Vertov Project – Percezioni

  • <Hello world/> – Alexander Isaenko (UA) – 8’30’’ -2020
  • Memories of the Present – Beáta Kolbašovská (SK) – 2’40’’- 2021
  • I was where I was –  Gabriele Rossi (FR) – 2’ – 2021
  • Alla Luna – Enrico Dedin (IT)  – 08’15’’ – 2020
  • Le Ballon Rouge: compression – Jean Michel Rolland  (FR) – 6’55’’- 2020
  • Collage25 – Luis Carlos Rodriguez (SP) – 6’04’’ – 2020
  • City Waves – Magda Typiak (PL) – 4’37’’ – 2016
  • Il velo di Maya – Paolo Bandinu (IT) – 2’33’’ – 2020
  • C-19 – Philippos Kappa (GR) – 1’23’’ – 2020
  • TIME – Petra de Nijs (NL) – 3’21’’ – 2020
  • The Ants – Vitalii Shupliak (PL/UC) – 1’25’’ – 2020
  • Parenthesis  – Vasilos Papaioannu (US/GR/IT) – 4’37’’ – 2021
  • Thick air . Stefano Miraglia (IT/FR) – 14’ – 2020
  • Korridor – Walter DUNCAN e Marie-Pierre Bonniol (DE) – 1’16’’ – 2020
  • Supermarket – Gianluca Abbate (IT) – 8’00” – 2018

Selezione a cura di Piero Deggiovanni – Focus artista Elisa Giardina Papa (IT)

  • Tecnologies of CareWorker 1- excerpt 2016 – 3’45’’
  • Tecnologies of CareWorker 2- excerpt 2016 – 3’01’’
  • Tecnologies of CareWorker 7- bot virtual boyfriend- excerpt 2016 – 3’06’’

The Next Generation Shorts Film Festival – Premio Film d’artista

  • Parking Paradise – Furio Ganz (IT) – 23’25’’ – 2019

24 | 25 | 26 Settembre - VIDEO INSTALLAZIONI ESTERNE – Igor Imhoff

Quando

Venerdì 24, Sabato 25 e Domenica 26 settembre – in loop 20.00 – 24.00

The best place to BurnIgor Imhoff (IT) – video installazione interattiva – 2021

L’intento è porre l’attenzione sulla questione ambientale e sul cambiamento climatico in atto. Tutto questo avviene attraverso un gioco in apparenza semplice, ovvero tramite una carrellata di paesaggi da sogno e contraddistinti da una natura amica e inalterata. Tali ambienti, però, sono sotto alterati da errori digitali, generati da rumori molto forti, ad enfatizzare l’inquinamento acustico, che ne rendono difficile la lettura visiva. La presenza di un sensore di movimento rende anche gli spettatori elementi attivi. Infatti non appena un visitatore entra nella zone  “sensibile”, questi si ritrova specchiato nella proiezione, sotto la forma di una torcia umana, ad alterare e nascondere con le fiamme il paesaggio… ormai mutato e cancellato anche nella sua forma digitale.

EYE17 Igor Imhoff (IT) – video installazione interattiva – 2021

L’opera è un software interattivo, che, grazie all’ausilio di sensori di movimento, è utilizzabile come installazione o come base per una performance. L’idea è rappresentare il modo in cui la macchina  (il computer, il software) vede e percepisce il mondo esterno. In questo caso l’uomo e i suoi movimenti rappresentati sottoforma di sagome vettoriali e valori numerici.

La superficie proiettata è nera. Non appena lo spettatore entra nella zona sensibile, si ritrova proiettato. I pixel sullo schermo ne disegnano la sagoma e contemporaneamente tracciano il movimento degli occhi (fino a sei spettatori in contemporanea). La macchina ci osserva attraverso i nostri occhi. Nello schermo sono inoltre rappresentate le coordinate della testa e di alcune  giunture del corpo.

L’intento è ludico anche se l’opera vuole fare riflettere sulla facilità di raccolta e manipolazione dei dati, anche quelli che riteniamo più banali.

24 | 25 | 26 Settembre - IN LOCO. Museo Diffuso dell'Abbandono

Quando

Venerdì 24 , Sabato 25 e Domenica 26 settembre – dalle 20.00 alle 24.00

IN LOCO. Museo Diffuso dell’Abbandono

IN LOCO è un museo diffuso che racconta il territorio romagnolo rendendo visibili quei luoghi privati e pubblici accomunati dallo stato di abbandono, valorizzando un patrimonio ai margini e che rischia di essere dimenticato.

SPAZI INDECISI

Spazi Indecisi sperimenta dal 2010 dispositivi culturali che patrimonializzano i luoghi in abbandono e li trasformano in un campo di ricerca per artisti, fotografi, architetti e comunità. Spazi Indecisi oggi sperimenta percorsi di rigenerazione urbana diventando un punto di ricerca multidisciplinare sul tema dell’abbandono, della sua gestione e della relazione con la città e i suoi cittadini.
Tra i principali progetti: IN LOCO. Museo Diffuso dell’Abbandono; Totally Lost, EXATR e Spinadello.

24 | 25 | 26 Settembre - TRACKING ------------*

Quando

Venerdì 24 , Sabato 25 e Domenica 26 settembre – dalle 20.00 alle 24.00

TRACKING ————*
2021
Video installazione

DESCRIZIONE OPERA
La video installazione di Michele Di Pirro, dal titolo TRACKING ————*,
consiste nella riproduzione di un messaggio a intermittenza per mezzo
di dieci televisori a tubo catodico, i quali sono stati ricoperti totalmente
da delle lenzuola e dei teli di plastica, una pratica comunemente
eseguita nei confronti di oggetti inutilizzati riposti in cantina o in
garage. “Il messaggio sullo schermo è l’avvertenza che regola l’uso del
copyright e che appare all’inizio di ogni videocassetta. È irrilevante la
sua definizione in questo circuito fallimentare […]. Sullo schermo si
alternano il nero e la scritta luminosa, come un interruttore che salta
continuamente, in un rapporto di tensione che non trova mai soluzione.
I brusii visivi emessi, sotto i teli che offuscano la trasmissione in atto,
acuiscono il senso di sospensione e di attesa. L’oggetto contenitore
obsoleto, che sembra emanare ancora energia, si rapporta con il
contenuto mal definito, ritrasmesso in forma continua”.(Alessandra Gellini)

> Live | Performance

26 Settembre - Non troverete nulla di me in questo film - MENNI, BALDINI, TERLIZZI

Quando

Domenica 26 settembre – ore 21:30

Non troverete nulla di me in questo film

Fiorenza Menni, Luca Maria Baldini e Cosimo Terlizzi

50 min.

Lo spettacolo Non troverete nulla di me in questo film mette in relazione – con la regia di Cosimo Terlizzi – gli articoli pubblicati all’uscita del film Cenere (1916) e le lettere di Eleonora Duse alla figlia, testi che diventano voce dell’unica testimonianza cinematografica dell’attrice. Una voce che, interpretata da Fiorenza Menni in dialogo con la sonorizzazione dal vivo di Luca Maria Baldini, fa emergere tutta la forza della Duse concedendo un nuovo e sorprendente senso ad uno dei film più controversi della storia del cinema muto.

CREDITI

Ateliersi

Non troverete nulla di me in questo film

cineconcerto

Voce: Fiorenza Menni

Musiche originali e sonorizzazione dal vivo: Luca Maria Baldini

Ideazione e regia: Cosimo Terlizzi

Prodotto da Ateliersi-Luca Maria Baldini-Cosimo Terlizzi

Con il sostegno di Asolo Musica e Asolo Art Film Festival

In collaborazione con Agorà

CREDITI DEL FILM

«Cenere»

regia Febo Mari

interpreti Eleonora Duse, Febo Mari produzione Ambrosio, 1916

> Streaming

24 | 25 | 26 Settembre - IBRIDA LIVE - VIDEOART

Quando

Venerdì 24, Sabato 25 e Domenica 26 settembre – ore 20:30

Monografica Francesca Fini

free room

GREEN ROOM

  • Planet Pink/Panopticon 1 – Francesca Fini (IT) – 17’ – 2021

RED ROOM

  • White Sugar – Francesca Fini (IT) – 13’ – 2013

BLUE ROOM

  • Dada Loop – Francesca Fini (IT) – 10’ – 2015
  • Mother–Rythm- Francesca Fini (IT) – 11’ – 2014